Alexanderplatz e la Torre della Televisione, un must nella Berlino da vedere

Nel cuore del Mitte, il quartiere centrale di Berlino, troviamo la sua piazza principale e probabilmente la più famosa, insieme a Potsdamer Platz. Non basterebbe un giorno, ma nemmeno un fine settimana forse, per visitare tutto quello che c’è da vedere a Berlino ad Alexanderplatz. Uno snodo fondamentale per i trasporti, la zona migliore dove alloggiare (in particolare se cerchiamo cosa vedere a Berlino in 4 giorni o meno) e senza ombra di dubbio la sede di uno dei simboli più conosciuti di Berlino: la Torre della Televisione. Impossibile visitare Berlino e non passare per Alexanderplatz!

Cosa vedere a Berlino: Alexanderplatz e la Torre della Televisione

Tutte le grandi città d’arte e le capitale europee più famose hanno un simbolo distintivo che spesso ne definisce anche lo skyline. Se Parigi ha la Torre Eiffel, Roma il Colosseo e Barcellona la Sagrada Familia, Berlino ne ha ben due: la Torre della Televisione e la Porta di Brandeburgo. La Torre della Televisione di Berlino si trova all’interno di Alexanderplatz, una piazza dalle origini umili ma che, come praticamente ogni zona della città, ha giocato il suo ruolo durante gli anni del Muro di Berlino. E se la sua importanza storica oggi è messa da parte, è “solo” perché è indubbiamente il luogo migliore dove iniziare a visitare Berlino, trovandosi al centro di ogni collegamento metropolitano. Se programmate un itinerario di viaggio e cercate di capire cosa vedere a Berlino in 3 giorni circa, continuate a leggere attentamente!

Alexanderplatz, Berlino: una piazza tutta da vivere

Perché tutti parlano di Alexanderplatz a Berlino? Cos’ha di tanto speciale? Beh, innanzitutto è indubbiamente la zona migliore dove soggiornare se avete poco tempo a disposizione per visitare Berlino. L’omonima stazione è sicuramente la più famosa della capitale tedesca: da qui passano le principali linee che vi torneranno utili per raggiungere tutte le cose da vedere a Berlino e le sue principali attrazioni. Il consiglio di chi ci è già stato è quindi quello di cercare un hotel a Berlino vicino Alexanderplatz, in modo da risparmiare tempo negli spostamenti. Inoltre, se queste comodità non bastassero, Alexanderplatz è davvero una piazza tutta da scoprire. Tralasciando la moltitudine di negozi irresistibili per un po’ di sano shopping. Qualche esempio? Primark, il centro commerciale Galeria, TK Maxx, Saturn e tanti altri. Come se non bastasse la comodità della stazione e dei negozi vicini, c’è anche moltissimo da vedere nelle vicinanze e nella piazza stessa.

alexander plaza

Per quanto riguarda la storia di Alexanderplatz, è importante sapere che prima del XIX non rivestiva un ruolo così di spicco e, soprattutto, non si chiamava così. Era conosciuta come Ochsenplatz, cioè piazza dei buoi, poiché ivi si teneva il mercato del bestiame. Nel 1805 poi, quando Berlino accolse la visita dello zar Alessandro I, la piazza gli venne intitolata. Alla fine del secolo Alexanderplatz si arricchì dell’omonima stazione e di un importante insieme di mercati, elevando la zona ad area commerciale. La Seconda Guerra Mondiale, però, non la risparmiò e solo in seguito a numerosi lavori di restauro e riqualificazione del territorio, principalmente negli anni ’60, Alexanderplatz tornò a lavorare a pieno regime e fece da sfondo a numerose importanti manifestazioni. Ad oggi è una delle più importanti (se non la più importante) piazze di Berlino e ospita diverse attrazioni, come la Torre della Televisione (Fernsehturm), l’Urania Weltzeituhr, la Marienkirche (Chiesa di Santa Maria) e la Neptunbrunnen (Fontana di Nettuno), di cui parleremo più avanti.

tv tower berlino

La Torre della Televisione, Berlino (Fernsehturm) e il ristorante girevole

La Torre della Televisione di Berlino (altezza: 368 metri) è una presenza inconfondibile che ci accompagna durante il nostro viaggio a Berlino, impossibile non visitarla! La necessità di costruire la Torre di Berlino scaturì sia per dimostrare lo stato tecnologico della DDR, sia per aumentare le onde di frequenza per la diffusione via radio. Costruendo quest’antenna altissima e potente, il segnale avrebbe infatti coperto un’area più ampia e senza interferenze. Inoltre, una struttura così imponente inevitabilmente sarebbe diventata il simbolo del progresso della città, o almeno per Berlino Est. Non fu facile trovare il posto ideale a Berlino per la Torre della Televisione, ma venne infine deciso per Alexanderplatz. Dopo solo 53 mesi dall’inizio dei lavori, il 3 ottobre 1969 la Torre della Televisione di Berlino fu inaugurata. Oggi è il simbolo più conosciuto, insieme alla Porta di Brandeburgo e al Muro di Berlino, della Germania riunificata.
Se proprio non riuscite ad aspettare di vederla dal vivo, potete sempre iniziare facendo un tour virtuale della torre e vedere il panorama sopra Berlino direttamente da casa, cliccando qui.

torre televisione berlino

Sphere, il ristorante in cima alla Torre della TV, Berlino

Una volta entrati scegliete come salire fino in cima: 40 secondi in ascensore (6 m/s) o 986 gradini a piedi? Una volta arrivati vi aspettano una punto di osservazione (a 204 metri di altezza) e un ristorante unico al mondo (207 metri). Aperto dalla colazione alla cena (10:00 – 22:00), il ristorante Sphere compie un giro completo ogni 60 minuti, per farvi avere una vista letteralmente a 360° su tutta Berlino. Il ristorante offre opzioni vegane e vegetariane e cucina tipica tedesca con prezzi nella media. Considerate che per accedere al ristorante è necessario acquistare il biglietto per visitare la Torre della Televisione, e vi consigliamo di prenotare con largo anticipo. Il ristorante mette a disposizione diverse opzioni, oltre al menù alla carta:

ristoranti alexanderplatz
  • Tariffa base (ingresso + prenotazione al ristorante): adulti da 25,50€, bambini da 16€
  • “Beer and bouletete”, comprensiva di birra (o altra bevanda) e le tipiche polpette berlinesi: a partire da 29,50€ (adulti)
  • “Champagne and currywurst”, compresiva di champagne (o altra bevanda) e il piatto tipico tedesco: a partire da 44,50€ (adulti)

Ogni prima domenica del mese presso lo Sphere si può consumare una colazione a buffet, dalle 9 alle 11:30. Per prenotare, leggere il menù e scoprire le varie formule per i biglietti, basta visitare il sito ufficiale della Fernsehturm.
La visita presso il punto di osservazione solitamente è limitata a 45 minuti e a un’ora e mezza per il ristorante.

antenna tv berlino

Bar 203 e punto di osservazione

In alternativa, per un aperitivo o una colazione veloce prima di continuare a visitare Berlino, potete fermarvi al punto di osservazione. Qui trovate il Bar 203, che ogni giorno dalle 14:00 alle 16:00 organizza un Happy Hour e dove potete bere cocktail fino alle 23:30. Anche per accedere in questa zona è necessario acquistare il biglietto di accesso alla Torre della Televisione di Berlino. Si possono acquistare biglietti saltafila che uniscono visita e consumazione, sia online che in loco.
Per vedere Berlino dall’alto dal punto d’osservazione della Torre della Televisione di Berlino, i biglietti seguono le seguenti tariffe:

  • Adulti 22.50 €
  • Bambini 13.00 €

I biglietti saltafila sono acquistabili direttamente sul sito ufficiale della Fernsehturm.
Vi facciamo presente che l’intera struttura, per motivi di sicurezza, non è accessibile a chi ha difficoltà di deambulazione, disabili in sedia a rotelle e passeggini e non possono essere introdotti animali né bagagli di grandi dimensioni. E se alla fine vi siete proprio innamorati della Torre della Televisione di Berlino, sappiate che vi potete sposare con rito civile all’interno e potete riservare la zona aperta al pubblico per eventi privati fino a 200 invitati.

torre berlino

Berlino: cosa vedere a Alexanderplatz

Come detto, Alexanderplatz è veramente un centro cittadino che offre tantissime opportunità, dalla cultura allo svago. Vediamo quali sono le cose da vedere a Berlino all’interno e nei pressi di Alexanderplatz.

Little Big City Berlin

Ai piedi della Torre della Televisione si trova una meravigliosa Berlino in miniatura, ma non è solo una semplice ricostruzione. Grazie alle tecnologie interattive, si può ripercorrere tutta la storia della città di Berlino, dalla fondazione nel XII secolo fino ad oggi, passando per altre 5 epoche e momenti fondamentali:

  • L’epoca dell’industrializzazione
  • La Repubblica di Weimar e gli anni Venti
  • Berlino nel 1933
  • La città in rovina
  • La città divisa

Attraverso un mix di effetti speciali, ologrammi e meccanismi avrete modo di rivivere quei pezzi di storia che hanno lasciato il segno, dall’incendio del Reichstag al famoso discorso di John F. Kennedy del 1963, ma anche le esibizioni di Marlene Dietrich e la fuga del soldato della DDR catturata dalla celebre foto “Salto verso la libertà”, senza tralasciare la possibilità di buttare giù personalmente il Muro di Berlino. Un’attrazione assolutamente da vedere a Berlino che affascinerà gli adulti e coinvolgerà i più piccoli, perfetta per chi viaggia in famiglia.

cosa visitare a berlino

Stazione di Alexanderplatz (Bahnhof Alexanderplatz)

Da qui vi ritroverete a passare per raggiungere molte delle principali cose da visitare a Berlino. In più, c’è un piccolo centro commerciale coperto dove poter acquistare i biglietti giornalieri per spostarsi con i mezzi pubblici, sia sotterranei che di superficie. Passano per la stazione di Alexanderplatz:

  • S-Bahn, linee S 3, S 5, S 7 e S 9
  • RB (linea regionale) 14
  • RE (linee regionali espresse) RE 1, RE 2 e RE 7
piazza centrale berlino
Tra gli interscambi possibili in questa stazioni ci sono le fermate di:

  • metropolitana Alexanderplatz delle linee U 2, U 5 e U 8
  • tram S+U Alexanderplatz/Dircksenstraße (linea M 2)
  • tram S+U Alexanderplatz/Gontardstraße (linee M 4, M 5 e M 6)
  • autobus

Da non perdere all’interno della stazione di Alexanderplatz i ristoranti fast food che vendono il tipico currywurst e patatine, il piatto che non potete non assaggiare a Berlino.

alexander plaza berlin

Urania Weltzeituhr, l’orologio mondiale

Conoscere il fuso orario a Berlino non è mai stato così appassionante! Un’altra fermata obbligatoria quando si passa per Alexanderplatz è l’orologio mondiale, l’Urania Weltzeituhr. Riconoscibile dalla forma futuristica in perpetuo benché quasi impercettibile movimento, questo monumento ha più di cinquant’anni: è stato infatti costruito nel 1969 e ristrutturato nel 1997. Avvicinandovi noterete 24 facce riportanti i nomi di alcune città del mondo, tante quanti i relativi fusi orari, che ruotando lentamente indicano l’ora locale in tempo reale. In cima, i pianeti del Sistema solare e le loro orbite. È curioso pensare che sia stato costruito in un momento e in un paese, quello della Germania Est, in cui era proibito viaggiare e spostarsi, eppure l’Urania Weltzeituhr rappresenta un simbolo di unione e pace che trascende la storia.
Una curiosità: il motore che fa girare questo orologio alto 10 metri, costruito partendo da una trasmissione Trabant modificata, è ancora quello originale installato durante la DDR.

berlino fuso orario

La Fontana del Dio Nettuno (Neptunbrunnen)

Nello spiazzo tra Marienkirche, la Fernsehturm e il Rotes Rathaus, troviamo la fontana di Nettuno, Neptunbrunnen in tedesco. Costruita nel 1891 per omaggiare l’Imperatore Guglielmo II, fu spostata nell’attuale sede nel 1969, nel periodo in cui la Germania socialista mise mano al centro di Berlino, riprogettandolo. Nonostante si sia salvata dalla guerra, la fontana non è scappata ai danneggiamenti e ai furti perpetrati dai ladri di metalli non ferrosi nel 1946. Infine, quando l’edificio del comune di Berlino venne fatto saltare in aria, la fontana andò distrutta e ne fu costruita una replica.

berlino piazza
Lo stile ricorda quello delle meravigliose fontane che si trovano a Roma, in particolare quelle del Bernini. Al centro e sopraelevato rispetto alla scena, c’è il Dio Nettuno, circondato da quattro figure femminili e altrettanti simboli allegorici collegati ai fiumi principali della Germania:

  • Reno: rete da pesca e uva
  • Vistola: blocchi di legno, simbolo delle foreste
  • Oder: capra e pelliccia
  • Elba: spighe e frutti

I berlinesi la chiamano “Forckenbecken”, sia perché al momento della costruzione il sindaco di Berlino in carica si chiamava Forckenbeck, sia perché il termine richiama il tridente del Dio Nettuno.

hotel alexanderplatz berlino

La Chiesa di Santa Maria (Marienkirche)

Questa chiesa evangelica risalente al 1250 si trova all’interno di Alexanderplatz ed è la più antica di Berlino. Nel corso dei secoli lo stile interno ed esterno ha subito diverse variazioni, e quello che vediamo oggi è un “ritorno alle origini” dell’iniziale stile gotico. Il campanile fino al 1790 era in legno, ma dati i numerosi incendi che lo colpivano fu costruito in rame dallo stesso architetto dietro la Porta di Brandeburgo, Carl Gotthard Langhans. La statua all’esterno della chiesa raffigura Martin Lutero, padre del protestantesimo.

alexander plaza berlino

All’interno, invece, la chiesa è divisa in tre navate con soffitti a volta ed è ricchissima di sculture, monumenti e marmi pregiati. Il vero tesoro da non perdere che entra di diritto nelle 10 cose da vedere a Berlino è però l’affresco del XV secolo intitolato Totendanz, Danza della Morte. La raffigurazione, lunga 22 metri e alta 2, vede protagonista la Morte che prende per mano in una danza macabra persone di tutte le estrazioni sociali. Fu concepito a ricordo della peste del 1484, per non dimenticare che non ci sono disuguaglianze di fronte alla morte. Incredibilmente è rimasto nascosto per secoli sotto l’intonaco e riscoperto solo nel 1860.
Ad oggi è ancora la chiesa del vescovo della chiesa evangelica di Berlino e Brandeburgo.

cosa vedere berlino

Municipio rosso (Rotes Rathaus)

Alla vostra sinistra, dando le spalle alla Torre della televisione di Berlino, c’è il municipio di Berlino, riconoscibile dai mattoni rossi. Questa è la sede del governo di Berlino dal 1869, come lo è stata di Berlino Est a suo tempo, e della Berlino unificata  dal 1991. La costruzione del palazzo, risalente al 1869, è ispirata a quella dei palazzi in stile alto-rinascimentale tipico delle città-stato italiane, nel preciso intento di distinguersi dallo stile tipico dei palazzi reali.
Se all’esterno non passa inosservata la torre alta 74 metri, all’interno ci sono alcune sale degne di una visita. Per esempio:

  • Große Festsaal (Grande sala per le cerimonie), una sala che come dice il nome è spesso adibita a spazio per le manifestazioni e cerimonie;
  • Wappensaal (Sala araldica), dove vengono ricevuti gli ospiti di Stato e dove si trovano gli stemmi rappresentativi dei vari distretti di Berlino
  • Säulensaal (Sala delle colonne). Questa è certamente la sala più affascinante, un tempo sede della biblioteca.

È aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18, salvo eventi speciali, e l’accesso è gratuito.

cose da vedere berlino

Curiosità su Alexanderplatz da conoscere prima di farvi visita

  • Alle spalle del centro commerciale Galeria troviamo l’imponente edificio del Park Inn Berlin. Oltre a illuminarsi durante festività ed eventi speciali, quando il tempo è particolarmente clemente i più intrepidi si lanciano dall’ultimo piano tramite Base Flying.
  • La piazza tedesca è molto presente nelle arti: abbiamo Alexanderplatz canzone, e Alexanderplatz romanzo. Infatti, esistono ben due canzoni con questo titolo, sia Alexanderplatz di Milvia, che Alexanderplatz di Battiato, ed entrambe raccontano a modo loro le sensazioni che si potevano vivere durante gli anni del Muro di Berlino. In letteratura, invece, è famoso il romanzo “Berlin Alexanderplatz” di Alfred Doblin.
  • Il Rotes Rathaus è famoso anche perché nelle sue sale, nel 2001, è stata pronunciata la famosa frase “Ich bin schwul – und das ist auch gut so!” (sono gay, e va bene così) da parte dell’allora sindaco Klaus Wowereit,
  • Per realizzare il solo stelo della Torre della televisione di Berlino sono stati impiegati 8000 metri cubi di cemento.
  • C’è un particolare momento della giornata in cui il sole si riflette sul vetro della Torre della televisione di Berlino formando una specie di croce. I berlinesi scherzano su questo fenomeno chiamandolo Rache des Papstes, “la vendetta del Papa”, poiché in Germania lo stato socialista eliminò i crocifissi dalle chiese.

  • Con l’inaugurazione della Torre della televisione di Berlino, iniziò anche la trasmissione di programmi TV a colori, all’epoca limitata a soli due canali gestiti dalla DDR. Ad oggi attraverso la Torre di Berlino sono più di 60 i programmi trasmessi, sia via televisione che via radio.
  • Come abbiamo detto, all’interno della Fernsehturm si trova sia un bar che un ristorante. La cucina, però, si trova al piano terra e il cibo viene mandato su tramite un apposito ascensore. Queste misure sono state adottate perché un eventuale incendio in cima alla torre potrebbe avere conseguenze tragiche. Per lo stesso motivo è vietato fumare in ogni zona della torre.
  • Per un periodo, la Torre della televisione ha rischiato di essere demolita. Alla caduta del Muro di Berlino, infatti, ogni traccia della DDR doveva essere eliminata, ma fortunatamente alla fine la Repubblica Federale Tedesca optò per la sua conservazione.
  • Infine, sempre per quanto riguarda la torre di Alexanderplatz, ogni anno è illuminata in modo artistico in occasione del Festival delle Luci, oltre che per eventi particolari, come per lo è stato per esempio il mondiale di calcio del 2006.

Alexanderplatz e Torre della Televisione, Berlino: prezzi e info utili

Come detto, il consiglio è quello di trovare un hotel a Berlino vicino Alexanderplatz per avere un’ottima base di partenza. In alternativa, ci sono moltissime possibilità anche su piattaforme come AirBnB che vi permettono non solo di soggiornare al centro di Berlino, ma anche di immergervi totalmente nella cultura berlinese a prezzi spesso irrisori.
Per quanto riguarda il cibo, come detto è presente, all’interno della Torre della televisione (Berlino) un ristorante e un bar, ma non mancano innumerevoli ristoranti tipici nelle immediate vicinanze. Oltre al currywurst, la cucina tedesca potrebbe sorprendervi in positivo!
La Berlin Welcome Card ha un prezzo variabile in base alla durata. Parte da 23,00€ per due giorni per le zone AB oppure 28,00€ per le zone ABC per due giorni (che include anche Potsdam).
Infine, come detto più su per accedere alla Torre della Televisione, sia per usufruire del ristorante che del punto di osservazione, sono disponibili diverse opzioni. Generalmente il costo del biglietto di entrata comprensivo di sosta al punto di osservazione è di 22,50€ per gli adulti e 13€ per i bambini. Sono altresì disponibili riduzioni riservate a studenti e ai possessori della Berlin Welcome Card. In ogni caso, è altamente consigliato prenotare con largo anticipo e ricordare che i tempi di visita sono limitati (45 minuti il punto di osservazione/bar, un’ora e mezza il ristorante) ed è bene presentarsi almeno 15 minuti prima dell’orario indicato nella prenotazione.

urania berlin

Come arrivare a Alexanderplatz?

Una volta scesi dall’aereo, l’opzione più comoda e pratica per arrivare a Berlino centro (e soggiornarci) è quella di acquistare una Berlin Welcome Card. Questa carta vi permette di viaggiare senza costi aggiuntivi, ma anche di usufruire di sconti e vantaggi presso moltissime attrazioni e musei. La potete acquistare sia presso i rivenditori automatici che direttamente sul sito ufficiale, dove troverete anche molte altre informazioni e opzioni di acquisto. In ogni caso, fate attenzione a quale biglietto acquistare:

  • arrivando dall’aeroporto di Schönefeld, scegliete la Berlin Welcome Card zone ABC (l’aeroporto si trova in zona C e la zona A è il centro)
  • atterrando invece all’aeroporto di Tegel, essendo più vicino al centro (zona B), potete acquistare una Berlin Welcome Card per le sole zone AB

Per quanto riguarda i mezzi pubblici disponibili per viaggiare dall’aeroporto ad Alexanderplatz:

  • Airport Express RE7 e RB14. Queste linee fermano anche al Zoologischer Garten e alla stazione centrale (Hauptbahnho), Friedrichstraße e Ostbahnhof.

Ci sono due corse ogni ora e con mezz’ora arriverete al centro.

  • S-Bahn linea S9

Da Tegel:

  • JetExpressBus, che finisce la corsa proprio ad Alexanderplatz

Berlino, Alexanderplatz: le recensioni dei visitatori

Infine, ecco cosa pensano i turisti che sono passati per Alexanderplatz, attraverso le recensioni lasciate sulla relativa pagina TripAdvisor. Anche se ognuno può restare affascinato da elementi diversi, un aspetto accomuna tutti i turisti: Alexanderplatz è un posto che non stanca mai di essere vissuto!

berlino visitarevisita berlino

berlino da visitareberlino cosa fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
© 2020 Cose di Viaggio è un sito Giddy Up Srl - P.IVA 14849541009
Close