Vondelpark ad Amsterdam: alla scoperta delle meraviglie del monumento nazionale dei Paesi Bassi

Considerato come un’oasi verde al centro di Amsterdam il Vondelpark rappresenta per turisti e residenti un posto in cui rilassarsi, allontanandosi dalla frenetica vita di città. Pur essendo posizionato al centro della capitale dei Paesi Bassi, il parco costruito alla fine dell’800, regala un senso di pace con i suoi giardini, le fontane, i laghi artificiali e i palazzi antichi. Largo 2 chilometri e lungo 400 metri, il Vondelpark accoglie ogni anno circa 10 milioni di visitatori. Scopriamo insieme quali sono le curiosità sull’area verde che merita una tappa obbligata durante un viaggio ad Amsterdam.

Vondelpark ad Amsterdam: viaggio nel polmone verde della città

Polmone verde di Amsterdam, il Vondelpark si trova proprio al centro della città, a pochi passi dai principali punti di interesse come il museo di Van Gogh e lo Stedelijk Museum. Ricco di storia, aree gioco per i bambini, fontane, sculture e prati sconfinati il Vondel Park ad Amsterdam è uno dei più visitati dai turisti e frequentati dai residenti. Per questo l’area verde, che resta comunque di passaggio durante una visita ad Amsterdam, merita di essere inserita nella lista delle cose da vedere. Il consiglio è quello di trascorrere almeno mezza giornata nel parco per riposarsi, dopo una mattinata in giro per la città, magari assistendo a uno spettacolo teatrale all’area aperta.

Cosa vedere ad Amsterdam: il Vondelpark e la sua storia

L’idea del Vondelpark nasce nel 1864 quando l’associazione Vereniging tot Aanleg van een Rij-en Wandelpark di Amsterdam ha acquistato il terreno dove oggi sorge l’area verde. L’architetto Jan David Zocher ha lavorato al progetto creando un giardino in stile inglese rettangolare con aiuole, fontane, angoli per bambini e per le passeggiate. L’area è stata aperta nel 1865, con accesso gratuito per i membri dell’associazione e subordinato al pagamento di una tassa per il resto della popolazione.  Il parco di Amsterdam è stato per diverso tempo frequentato solo dalla parte più abbiente della città per diventare con il tempo gratuito e luogo di svago per tutti.

cosa vedere amsterdam

Il progetto del parco è stato ultimato dal figlio dell’architetto Rocher, Luis Paul, che nel 1877 ha ampliato l’area che oggi raggiunge i 47 ettari. Non tutti sanno che inizialmente il nome del parco era Het Nieuwe Park (Parco nuovo) e solo nel 1880 è diventato il Vondelpark, prendendo il nome dalla statua del poeta Joost van den Vondel, inserita all’interno dell’area verde nel 1867.
A cavallo tra gli anni ’60 e ’70 la zona è diventata un punto di ritrovo per gli hippies, tramutandosi poi in un luogo frequentato dalla criminalità. L’intervento della polizia, e il divieto di raduni, ha riportato l’ordine nel quartiere. Nel 1972, e fino al 2009, l’area è stata arricchita dal museo del cinema dei Paesi Bassi e nel ’74 è stato allestito un teatro all’aperto, in cui d’estate vengono ancora organizzati spettacoli.
Oggi il Vondelpark ad Amsterdam è una delle cose da vedere per i turisti e un punto di ritrovo per i residenti per fare sport e ascoltare musica sull’erba.

amsterdam parchi

Leggi anche: Amsterdam: alla scoperta del quartiere a luci rosse. Orari, prezzi, attrazioni e curiosità

Vondelpark: orari di apertura e come arrivare

Posizionato nel quartiere di Amsterdam Zuid, il Vondelpark si trova dietro al Rijksmuseum, lo Stedelijk Museum e il museo di Van Gogh, a pochi metri da Leidseplein. L’ingresso dell’area è soltanto uno e si trova precisamente su Stadhouderskade. La zona è facilmente raggiungibile a piedi o in bicicletta, se si soggiorna in un hotel nel centro della città, mentre l’opzione macchina è sconsigliata dal momento che i parcheggi sono molto costosi. È possibile però raggiungere il Vondel Park con i mezzi pubblici se si soggiorna distanti dal centro. Ecco nel dettaglio come:

  • Tram: prendere le linee 1, 2, 3, 5, 6 o 12 e scendere ad Amstelveense Weg.
  • Bus: prendere la linea 15 e scendere a Emmastraat o Museumplein.

Il Vondelpark è in assoluto una delle attrattive di Amsterdam, in cima alla lista delle cose da vedere e, a rendere ancora più facile una visita al parco, c’è il fatto che è aperto tutti i giorni dell’anno 24 ore su 24.

Leggi anche: Casa di Anna Frank: storia, curiosità e informazioni sul museo di Amsterdam

Amsterdam e il Vondelpark: il teatro all’aperto, gli edifici storici e le aree per bambini

Per chi vuole trascorrere delle ore di relax ascoltando buona musica, passeggiando nel verde o giocando a frisbee, il Vondelpark di Amsterdam è la meta ideale. Il consiglio è di fermarsi in questa oasi verde dopo aver ammirato la vicina piazza Leidseplein di Amsterdam. Il parco infatti è perfetto per rilassarsi dopo una giornata in giro per la città e il suggerimento è di prenotare un alloggio nelle vicinanze, magari al Park Plaza Vondelpark.
Il Vondelpark è l’unico parco della città diventato un monumento nazionale ed è particolarmente amato dai residenti. Al suo interno è possibile ammirare oltre 150 tipi di piante e numerosi animali come mucche, capre e anatre. Ecco nel dettaglio quali sono le cose da ammirare durante una passeggiata all’interno del Vondelpark:

  • Openluchttheater. Il teatro all’aperto presente all’interno del parco regala ai visitatori, a partire dalla prima settimana di giugno fino all’ultima settimana di agosto l’estate, numerosi spettacoli e rappresentazioni.
  • Gazebo per le bande. Al Vondel park è stato allestito un gazebo che viene utilizzato, soprattutto nei mesi estivi, per ospitare band del luogo e permettere ai passanti di ascoltare della buona musica jazz.
 park plaza vondelpark
  • Casa del tè. Si tratta di una struttura degli anni ’30 posizionata all’interno del parco, caratteristica per la sua forma rotonda e il colore blu.
  • Vondelparkpaviljoen. Il palazzo con il lago davanti, in stile rinascimentale, regala una vista romantica e merita di essere immortalato in una foto.
  • Rosarium. All’interno del parco una menzione speciale va fatta per questo giardino di rose preziose che circondano un tripudio di tulipani colorati.
  • Statue. Oltre alla statua di Joost van den Vondel, ispirata al drammaturgo che ha dato il nome al parco, nell’area sono presenti altre statue come quella del Pesce realizzata da Pablo Picasso nel 1965, che si trova proprio nella zona del piccolo lago. L’opera è stata donata dall’artista per celebrare i cento anni del Vondelpark. Tra le statue spicca anche Mama Baranka, realizzata nel 1985 da Nelson Carrilho per commemorare l’assassinio di Kerwin Duinmeyer.
  • Cafè Vondelpark e punti di ristoro. All’interno del parco sono presenti numerosi punti di ristoro in cui prendere un cafè oppure fermarsi per pranzo e cena. I più famosi sono: ‘T blauwe theehuis, Groot melkhuis, Vertigo e Vondeling vondeltuin.
  • Aree per bambini. All’interno del parco vi sono numerose aree per bambini con giostre e attività per i più piccoli.  L’area più grande per i bambini del Voldelpark è chiamata Groot Melkhuis.

Leggi anche: Cosa vedere a Parigi in 3, 4, 5 giorni: itinerari consigliati per visitare la capitale francese

Amsterdam curiosità: quello che nessuno sa sul Vondelpark

Il Vondelpark di Amsterdam nasconde una serie di segreti e curiosità in grado di divertire e lasciare a bocca aperta. Non tutti sanno infatti che all’interno del parco si ha la sensazione di trovarsi in una zona tropicale, ma non di certo per la temperatura! Tra gli alberi dell’area verde infatti non è insolito trovare dei pappagallini tropicali dai colori sgargianti che si muovono tra i rami. Ma non è tutto perché in linea con i principi di libertà della città di Amsterdam nel 2008 il governo ha permesso all’interno del parco di poter praticare sesso all’aperto. Ovviamente soltanto nelle ore notturne, in aree appartate, lontani dalle zone frequentate dai bambini e avendo cura di tenere il sito pulito. In Olanda il Vondel park è il primo parco che consente questa pratica.

vondel park

Leggi anche: Cosa vedere a Barcellona in 2, 3, 4 e 5 giorni e itinerari da seguire

Cosa fare ad Amsterdam: il Vondelpark secondo le recensioni dei viaggiatori

Consigliato come una tappa obbligata durante un viaggio ad Amsterdam, il Vondelpark mette tutti d’accordo che si tratti di famiglie, coppie o gruppi di amici. Un passaggio nell’area verde viene caldamente suggerito dai turisti per trascorrere un pomeriggio in bicicletta o semplicemente ammirare il verde. A essere apprezzata è anche la posizione strategica del Vondel park, vicino alla piazza dei musei. Il suggerimento dei viaggiatori è quello di dedicare al parco almeno due ore per potersi rilassare dopo una giornata in giro per i monumenti di Amsterdam, ammirando i fiori, il lago e gli animali.
Oltre alle recensioni visibili in basso, sulla pagina dedicata di Tripadvisor è possibile trovare altri consigli dei viaggiatori.

vondel amsterdamcafe vondelparkmonumenti dei paesi bassii amsterdam vondelpark

Leggi anche: Due giorni a Parigi: tutti gli itinerari consigliati per un weekend

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
© 2021 Cose di Viaggio è un sito Giddy Up Srl - P.IVA 14849541009
Close