Piazza del Popolo: una porta spalancata sul cuore dell’Urbe

Collocata tra la suggestiva terrazza del Pincio e le rive del Tevere, Piazza del Popolo ospita alcuni dei più importanti monumenti della Capitale: l’Obelisco flaminio con la sua fontana e le famose chiese gemelle, Santa Maria in Monte Santo e Santa Maria dei Miracoli. E ancora le fontane della Dea Roma e del Nettuno, Porta del Popolo e la preziosa arte di Santa Maria del Popolo con i capolavori di Bernini, Raffaello, Carracci e Caravaggio. Meta favorita dei romani in cerca di una pausa di relax tra le vie del centro e soggetto dei tanti scatti di turisti desiderosi di visitare Roma e le sue bellezze, Piazza del Popolo custodisce una storia antica, ricca di fascino e mistero, e offre ai suoi avventori alcuni degli scorci più caratteristici dell’Urbe.

Cosa vedere a Roma e a Piazza del Popolo: arte e cultura tra le vie dello shopping

Sede delle più importanti manifestazioni capitoline, Piazza del Popolo rappresenta il cuore pulsante di Roma ed è ogni anno meta di moltissimi turisti e romani desiderosi di godersi una passeggiata rifocillante nel centro della Capitale. Considerato uno degli ingressi più antichi dell’Urbe, Piazza del Popolo con le sue chiese, i monumenti e le fontane è anche il luogo in cui si origina una delle più importanti vie consolari di Roma, la via Flaminia. Pare che durante l’Impero romano quest’area appartenesse agli antichi giardini della famiglia di Nerone; cambiato poi nel tempo per volere dei tanti papi che negli anni si sono succeduti, questo luogo ospita oggi alcuni dei monumenti più apprezzati della Capitale, e si estende tra le magnifiche terrazze del Pincio e le romantiche sponde del Tevere. Caratterizzata da una pianta ellittica, Piazza del Popolo a Roma misura circa 17.000 mq e costituisce, dal 1998, un’ampia area pedonale. Gettonatissima per eventi all’aperto, concerti, spettacoli e manifestazioni artistiche e politiche, la piazza è inoltre nota per essere il cuore pulsante delle vie dello shopping capitolino e ospita due dei locali più noti della Capitale: il Bar Rosati e il Caffè Canova.

piazza del popolo roma rm

La storia di Piazza del Popolo, uno dei luoghi più celebri di Roma

Proprio come il Colosseo, la Basilica di San Pietro con la sua Cappella Sistina, Piazza Navona e Trastevere, anche Piazza del Popolo vanta una storia antica che affonda le proprie radici nei tempi di Romolo; fu proprio Romolo infatti a dedicare questa vasta area a Marte, dio della guerra. Questa zona di Roma era anticamente un luogo poliedrico: “palestra” e spazio di allenamento per l’arte militare per i più giovani e sede di comizi per gli uomini dell’antica Roma. Un tempo di foggia rettangolare, Piazza del Popolo si trasformò in un vero e proprio centro urbano già nel 1589 quando l’architetto Francesco Fontana decise di collocare l’obelisco di Piazza del Popolo nel cuore di questo vasto spazio. Divenuta una piazza in pieno stile barocco nella metà del XVII secolo, Piazza del Popolo fu quindi corredata di due splendide chiese da Carlo Rainaldi per volere di Papa Alessandro VII, desideroso di trasformare quella che un tempo era nota come “piazza del popolo di Roma” in meta di pellegrinaggio per i viandanti e i credenti che attraversavano la vicina Porta Flaminia.

piazza dei popolo
Incisione di Gianbattista Piranesi risalente al XVIII secolo.

A raccontare al meglio la storia di Piazza del Popolo ci pensano però i suoi monumenti, commissionati dai pontefici che nel corso del tempo hanno reso la storica piazza un magnifico esempio di “stratificazione architettonica”. Costruita nell’XI secolo su richiesta di Papa Pasquale II, e poi riedificata tra il 1472 e il 1477 sotto Papa Sisto IV, Santa Maria del Popolo fu la prima Chiesa di Piazza del Popolo a Roma. Quindi fu il turno di Porta del Popolo, a cui lavorò anche Gian Lorenzo Bernini. Nel 1573 una fontana progettata da Giacomo della Porta fu sistemata al centro della piazza da Papa Gregorio XIII mentre nel 1589 al suo posto sorse il maestoso Obelisco Flaminio.
Ed eccoci giunti alle famose chiese gemelle, Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli, costruite rispettivamente nel 1675 e nel 1678. Rivista dal punto di vista urbanistico e architettonico da Giuseppe Valadier, Piazza del Popolo fu quindi arricchita con nuove strutture e con le sue magnifiche fontane fino a ottenere l’aspetto che oggi tutti noi conosciamo.

popolo piazza
Leggi anche: Castel Sant’Angelo: la storia, i capolavori e i segreti del Mausoleo Adriano nella Capitale

Piazza del Popolo: un nome ricco di mistero

Tra i tanti luoghi da visitare a Roma, Piazza del Popolo è forse uno di quelli più apprezzati da turisti e visitatori provenienti da tutto il mondo. Scrigno d’arte e cultura e punto di partenza per alcune delle vie più famose della Capitale, la piazza custodisce un’antica leggenda. Secondo la tradizione, il nome Piazza del Popolo deriverebbe dal latino “populus”, pioppo. Pare infatti che nell’area su cui oggi sorge la piazza, proprio nei pressi della tomba di Nerone, vi fosse un piccolo bosco di pioppi. La storia narra invece che fu Papa Pasquale II a commissionare una cappella dedicata alla Madonna, su cui poi sarebbe sorta Santa Maria del Popolo, edificata a spese del popolo di Roma.

piazza di popolo
Leggi anche: Piazza del Campidoglio: la prima piazza della Roma moderna nel cuore del colle Capitolino

Visitare Piazza del Popolo a Roma: l’obelisco, le chiese e i monumenti

Se ti stai domandando cosa visitare a Roma per osservare da vicino uno spaccato di quotidianità degli abitanti dell’Urbe non potrai non recarti a Piazza del Popolo. Collocata al vertice del famoso “Tridente” composto da Via del Babuino, Via del Corso e Via di Ripetta, questa piazza è il più affascinante, monumentale e famoso punto d’accesso alla Capitale. Attraverso l’antica Porta del Popolo, denominata Porta Flaminia delle Mura Aureliane, si entra nel cuore dell’Urbe per poi giungere al centro della piazza dove si staglia dieri l’obelisco Flaminio. Questo antichissimo monumento, giunto a Roma al tempo di Augusto nel 10 a.C. come oggetto celebrativo per la conquista dell’Egitto, fu inizialmente collocato al Circo Massimo per poi essere spostato dove tutt’oggi possiamo ammirarlo e diventare l’obelisco di Piazza del Popolo. Nell’area a sud della piazza si trovano poi Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli, le cosiddette Chiese gemelle di Roma, mentre sul lato nord della piazza del popolo di Roma, ricca di storia e opere d’arte e antichi monumenti funebri, troviamo la Basilica di Santa Maria del Popolo.

  • Porta del Popolo: situata sul versante settentrionale di Piazza del Popolo, Porta Flaminia fu commissionata nel 1562 a Michelangelo da Papa Pio IV ma fu progettata dall’architetto da Nanni di Baccio Bigio che la terminò nel 1565. L’opera, composta da un grande arco sorretto da quattro colonne provenienti dall’ex Basilica di San Pietro, presenta sulla cima una grande targa commemorativa, lo stemma papale e due cornucopie. Nel 1638 vennero collocate tra le due coppie di colonne le statue di San Pietro e San Paolo, mentre nel 1655 il restauro della facciata interna di Porta del Popolo fu affidato a Gian Lorenzo Bernini.
  • L’obelisco flaminio: alto oltre 23 metri ed edificato interamente in granito rosso, l’obelisco di Piazza del Popolo fu cominciato dal Faraone Seti I, portato a termine da Ramses II e trasportato a Roma circa nel 10 a.C. In origine collocato al Circo Massimo per volere di Costantino, questo mastodontico monumento fu per molti anni sepolto, per poi esser ritrovato per volere di Papa Sisto V. Ricostruito e sistemato al centro di Piazza del Popolo nel 1589, l’obelisco fu ulteriormente decorato da Giuseppe Valadier che andò ad aggiungere, negli anni 20 del 1800, i leoni in pietra e i bacini che tutt’oggi lo caratterizzano.
santa maria del popolo rome
  • Santa Maria del Popolo: collocata sul lato interno della Porta del Popolo, la Chiesa di Santa Maria del Popolo fu costruita nel 1099 secondo la volontà di Papa Pasquale II, desideroso di riabilitare la sacralità del luogo in cui riposavano le ceneri del perfido Nerone. Completamente ricostruita nel 1227 a spese del popolo di Roma, la chiesa di Piazza del Popolo di Roma fu nuovamente riedificata in occasione del Giubileo del 1475 per opera di Andrea Bregno e della sua squadra di assistenti. Fondamentali furono poi le modifiche apportate a partire dal 1655 ( i lavori durarono ben sei anni!) dal Bernini che si occupò di ridisegnare interni e facciata. Santa Maria del Popolo ospita opere d’arte di Raffaello, Pinturicchio, Caravaggio, Bernini e molti artisti rinascimentali.

  • La fontana dei leoni: originariamente costruita da Giacomo della Porta, la fontana dei leoni, anche nota come fontana dell’Obelisco, fu portata a termine da Giuseppe Valadier su commissione di Papa Leone XII col desiderio di dar vita a una struttura che sapesse fondersi sapientemente con lo stile egiziano dell’obelisco stesso.
  • La fontana del Nettuno: il gruppo monumentale di questa fontana, posizionato in modo speculare a quello della fontana dedicata alla Dea Roma, fu portato a termine tra il 1822 e il 1823. La statua raffigura il dio dei mari, munito di tridente, accanto a due tritoni. L’acqua invece, proveniente dall’Acquedotto Vergine, sgorga da una vasca a forma di conchiglia collocata nella parte più bassa del monumento.
  • La fontana della Dea Roma: disegnata da Valadier ed eseguita da Ceccarini, questa fontana di Piazza del Popolo rappresenta la Dea Roma, munita di lancia ed elmo, affiancata da altri importanti simboli della romanità: i fiumi Aniene e Tevere e la Lupa capitolina intenta ad allattare Romolo e Remo.
eventi roma oggi piazza del popolo
  • Le Chiese gemelle di Piazza del Popolo: Santa Maria dei Miracoli e Santa Maria in Montesanto sono le cosiddette Chiese gemelle di Roma. Volute da Papa Alessandro VII e finanziate da una donazione del Cardinale Girolamo Gastaldi, le due strutture furono affidate nel 1622 a Carlo Rinaldi che, per esaudire i desideri della committenza che aveva richiesto due chiese identiche, escogitò uno stratagemma architettonico per far sì che dalla piazza gli edifici sembrassero perfettamente simmetrici. Dedicate una a Nostra Signora dei Miracoli e l’altra alla Beata Vergine Maria, le due chiese di Piazza del Popolo ospitano al loro interno sculture, decorazioni e tavole pittoriche tutte da scoprire.
piazza del
Leggi anche: Palazzo Farnese: il Cinquecento capitolino tra affreschi, statue e dettagli di rara bellezza

Esplorare Roma e la sua piazza: cosa ne pensano i visitatori?

Avete passeggiato per i vicoli di Trastevere assaporando la vera romanità ma ancora non avete saziato la vostra fame di cultura capitolina? Vi siete addentrati nell’eleganza verdeggiante di Villa Borghese ma sentite di dover scoprire ancora qualche dettaglio sulla bellezza dell’Urbe? Allora dovrete recarvi a Piazza del Popolo. Ecco, selezionate per i nostri lettori, alcune recensioni degli utenti della rete; commenti che sapranno offrirvi suggerimenti e spunti per scoprire tante cose da fare a Roma e, più in particolare, in Piazza del Popolo. Visionando la pagina Tripadvisor dedicata a Piazza del Popolo potrete inoltre leggere molte altre opinioni preziose su questo luogo tutto da scoprire.

C’è chi ha apprezzato la bellezza Piazza del Popolo, tappa obbligata del turismo capitolino ricca di servizi e comodità.

piazza del popolo valadier popolo rome

E chi è rimasto colpito dalla splendida tradizione secondo la quale ogni volta che all’Ospedale Gemelli nasce un bambino le luci di Piazza del Popolo cambino d’intensità per trenta secondi circa, “vibrando” in segno di omaggio per la nascita.

evento piazza del popolo romapiazza del popolo roma oggi

Leggi anche: Galleria Borghese: a passeggio tra bassorilievi, sculture e dipinti nel cuore di Villa Borghese a Roma

Come raggiungere Piazza del Popolo a Roma: itinerari e suggerimenti

Ormai l’avrete capito: tra le cose principali da vedere a Roma, noi di Cose di Viaggio annoveriamo senza subbio Piazza del Popolo! Affascinante, misteriosa e viva, questa zona di Roma è infatti uno dei luoghi più apprezzati dai turisti che ogni anno si riversano tra le vie della Capitale per scoprire, visitando siti archeologici, monumenti e chiese, l’antichissima storia dell’Urbe. Piazza del Popolo, sede di eventi e gettonatissima da giovani e meno giovani per via dei tanti negozi e delle splendide boutique che la animano, è inoltre molto semplice da raggiungere.

  • In metropolitana: per raggiungere in metro Piazza del Popolo vi basterà prendere la metropolitana A e scendere a una delle centralissime fermate Flaminio o Spagna per trovarvi a pochi passi da Piazza del Popolo.
  • In treno: Per arrivare in Piazza del Popolo a Roma, dalla stazione Termini potrete usufruire delle linee di autobus numero 490 o 450, mentre dal centro città potrete prendere il bus elettrico 119 o la linea 81.
  • In aereo: una volta giunti all’Aeroporto di Fiumicino sarà possibile sfruttare le linee ferroviarie FL1 e FL3 per raggiungere il cuore della Capitale.


Se le Chiese di Piazza del Popolo hanno riempito i vostri occhi (e il vostro cuore!) di bellezza, ora non potrete fare a meno di una bella passeggiata tra le famosissime vie dello shopping capitolino che si diramano proprio a partire da Piazza del Popolo. In Via del Babuino, che porta a Piazza di Spagna, potrete scoprire eleganti caffè, gallerie d’arte e boutique di lusso. Lungo Via del Corso invece, tra chiese e monumenti, potrete acquistare souvenir e visitare le caratteristiche botteghe del centro. In Via di Ripetta infine potrete fare una scorpacciata di prodotti tipici e non solo: questa zona infatti è famosa per le mostre d’arte!

piazza del popolo rome
Leggi anche: Il Pantheon: un viaggio alla scoperta del più bel tempio della Città Eterna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
© 2021 Cose di Viaggio è un sito Giddy Up Srl - P.IVA 14849541009
Close