Palazzo Reale ad Amsterdam: storia, curiosità e informazioni utili sul Koninklijk paleis

Il Royal Palace è una delle tappe irrinunciabili durante un viaggio ad Amsterdam. Elegante nella sua facciata impreziosita da statue, la struttura, nata con una funzione amministrativa, è oggi aperta al pubblico e ospita gli eventi più importanti della famiglia reale olandese. Posizionato al centro di Piazza Dam il Koninklijk paleis di Amsterdam è un posto ricco di storia, curiosità e segreti tutti da scoprire. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul Palazzo Reale di Amsterdam, gli orari di apertura e il costo dei biglietti.

Palazzo Reale Amsterdam: il gioiello di Piazza Dam

Tra le cose da vedere ad Amsterdam il Palazzo Reale merita un posto di primo piano. Facilmente raggiungibile dalla stazione il Koninklijk paleis, che si trova al centro di Amsterdam, incanta lo sguardo con la sua facciata maestosa e conquista con gli interni sfarzosi in stile imperiale voluti da Luigi Napoleone. Il consiglio, se si intraprende un viaggio di un weekend o di più giorni nella capitale dei Paesi Bassi, è quello didicare all’ex Municipio di Amsterdam almeno un’ora.
Scopriamo insieme qual è la storia del monumento e quali sono le norme anticovid da rispettare per visitare la residenza.

Koninklijk paleis Amsterdam, la storia: da Municipio a residenza del re

Il Palazzo Reale di Amsterdam è nato inizialmente per essere la sede del Comune. Nel 1639 la decisione del governo è stata quella di sostituire il vecchio palazzo fatiscente del XIII secolo, posizionato su piazza Dam, con una struttura, barocca, in grado di diventare il nuovo Municipio di Amsterdam. L’opera è stata affidata all’architetto Jacob van Campen che ha progettato il più grande palazzo amministrativo di tutta Europa, definito all’epoca “l’ottava meraviglia”. Il nuovo Municipio è stato inaugurato il 29 luglio 1655 ed è costato ben 8,5 milioni di fiorini. Con l’occupazione francese, nel 1808 la struttura è diventata la residenza reale di Luigi Napoleone. Il Municipio è stato restaurato nuovamente per rendere la struttura adatta a un imperatore. Le gallerie sono state trasformate in stanze ed è stato aggiunto il balcone della facciata frontale.

municipio amsterdam

Quando pochi anni dopo, Napoleone ha lasciato Amsterdam, il palazzo è diventato un “Museo Reale” ma, nel 1813, con la fine dell’occupazione francese, è tornato ad avere la funzione originaria di Municipio. Soltanto due anni dopo, con il ritorno sul trono di re Guglielmo I, il Koninklijk paleis è tornato a essere la residenza reale.
Dal 1936 il palazzo non è più la sede della monarchia, ma viene utilizzato per i ricevimenti ufficiali. La struttura, che oggi è una delle cose da vedere assolutamente ad Amsterdam, nel 1970 è stata dichiarata Rijksmonument (monumento nazionale).

palazzo reale amsterdam

Leggi anche: Vondelpark ad Amsterdam: alla scoperta delle meraviglie del monumento nazionale dei Paesi Bassi

Amsterdam Palazzo Reale: come arrivare

Posizionato su Piazza Dam, la più importante di Amsterdam, il Palazzo Reale è facilmente raggiungibile se si soggiorna in centro, si trova infatti ad appena 5 minuti di camminata dalla stazione centrale. Chi invece ha scelto di alloggiare nei dintorni di Amsterdam non deve preoccuparsi, si può infatti facilmente arrivare alla stazione con i mezzi pubblici per poi raggiungere a piedi il Koninklijk paleis di Amsterdam.
Ecco nel dettaglio quali sono mezzi che portano al Palazzo Reale:

  • Tram: 2, 4, 11, 12, 13, 14, 17 e 24.
  • Autobus: 282, 283, 285, 284, 287, 289, 291, 293, N47, N57 e N97.


Leggi anche: Amsterdam: alla scoperta del quartiere a luci rosse. Orari, prezzi, attrazioni e curiosità

Palazzo Reale : biglietti, orari e prezzi del Rijksmonument di Amsterdam

Elegante nel suo stile barocco, il Palazzo Reale su piazza Dam è una delle 10 cose da vedere ad Amsterdam. Ecco nel dettaglio tutte le informazioni utili ai viaggiatori e le nuove misure anticovid.

  • Palazzo Reale Amsterdam orari: dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 17:00.
  • Palazzo Reale Amsterdam prezzi: adulti 10 euro, studenti 9 euro.

L’ingresso al Palazzo Reale ad Amsterdam è gratuito per i minori di 18 anni e i possessori della carta ICOM, nel costo del biglietto inoltre è inclusa l’audioguida in italiano. Le misure anticovid in atto al momento permettono la prenotazione dei tickets esclusivamente online, fissando un orario preciso, e i turisti devono arrivare all’ingresso cinque minuti prima dell’arrivo scelto. Inoltre a causa della pandemia non sono ammessi nel Palazzo Reale di Amsterdam gruppi più numerosi di 6 persone.
I periodi migliori per visitare il palazzo sono l’estate e l’autunno, in cui è possibile ammirare le esposizioni annuali. In estate vengono esposti i pezzi del periodo d’oro olandese che raccontano la storia del monumento nazionale, mentre in autunno trovano spazio opere di giovani artisti emergenti.
Per essere aggiornati su orari, prezzi e nuove norme anticovid è possibile consultare il sito ufficiale del Palazzo Reale di Amsterdam.

Leggi anche: Casa di Anna Frank: storia, curiosità e informazioni sul museo di Amsterdam

Amsterdam, cosa vedere nel Palazzo Reale: le facciate

Il Palazzo Reale ad Amsterdam ha forma rettangolare e si snoda intorno a due cortili interni. La struttura attrae subito lo sguardo con la sua facciata barocca, per questo è una della cose da visitare ad Amsterdam, che si tratti di un viaggio breve di un weekend o di più giorni. A catturare l’attenzione sulla facciata sono le statue e in particolare quella che raffigura Amsterdam che guarda il mondo dall’alto, posizionata sul portale d’ingresso, la statua della Forza, un uomo con una pelle di leone sulle spalle, e la statua della Sapienza con le sembianze della dea Minerva. Le tre sculture simboleggiano le virtù di un buon governo, mentre i bassorilievi della facciata, con divinità marine, rappresentano il dominio sui mari della capitale dei Paesi Bassi.

koninklijk paleis amsterdam

La facciata presenta anche sette archi che simboleggiano le sette province diventate autonome dopo la guerra contro la Spagna.
Tra le cose da vedere al Palazzo Reale di Amsterdam c’è anche la torre rettangolare con una cupola, alta ben 52 metri. In passato la torre era un punto di avvistamento delle navi.
Durante una visita al Palazzo Reale di Amsterdam è possibile ammirare anche la facciata sul retro del vecchio Municipio. Qui si trovano le statue di Atlante, che sorregge il mondo, quelle della Vigilanza e della Sobrietà. Sopra la porta principale invece, nel timpano, è raffigurata la Vergine con ai piedi le statue del Lago I.J. e del fiume Amstel.

palazzo reale amsterdam

Leggi anche: Cosa vedere a Barcellona: 10 (e più) attrazioni da non perdere

Visitare Amsterdam: gli sfarzosi interni del Palazzo Reale

Oltre alle facciate esterne, anche gli interni del Palazzo Reale ad Amsterdam rappresentano uno spettacolo unico. I turisti possono visitare 17 ambienti e il passaggio attraverso le gallerie che portano alle sale diventa un’esperienza unica grazie ai capolavori di Govert Flinck, Ferdinand Boi e all’arredo imperiale voluto da Luigi Napoleone. Gli arazzi, i soprammobili, i lampadari preziosi e statue in marmo rappresentano l’opulenza della capitale dei Paesi Bassi.
Le sale principali del Koninklijk paleis sono tre:

  • Burgerzaal (la sala civica). In questo ambiente, il più grande del palazzo, si svolgevano i matrimoni e venivano risolte le controversie tra cittadini. Interamente adornata da marmi, i pavimenti ritraggono l’emisfero orientale, occidentale e quello Nord.  La stanza è il simbolo del periodo d’oro di Amsterdam.
cosa vedere assolutamente ad Amsterdam
  • Schepenzaal (La sala degli Scabini). In questa zona dedicata ai giudizi, si può notare la statua della Giustizia, con in una mano la spada e nell’altra la bilancia, che calpesta l’invidia e l’avarizia. In più vi sono anche la statua del Tempo e della Guerra.
  • Vierschaar (La sala del tribunale). Questo ambiente, l’ultimo accessibile ai turisti, era il tribunale di corte in cui venivano emesse le sentenze. Anche questa sala è interamente ricoperta di marmo e le statue son un tutt’uno con le pareti. All’interno della sala del tribunale vi sono inoltre diversi bassorilievi dedicati alle sentenze di Lucio Giunio Bruto, al Re greco Zaleuco di Locri e al giudizio di Solomone.

In basso è possibile visionare un video con alcuni interni del Palazzo Reale di Amsterdam.

Leggi anche: 10 cose e più da vedere a Parigi: le opere da visitare e i quartieri imperdibili

Curiosità sul Koninklijk paleis, il Palazzo Reale di Amsterdam

In cima alla lista delle cose da vedere ad Amsterdam, insieme al museo di Van Gogh e al Rijksmuseum, c’è il Palazzo Reale che nasconde anche curiosità e segreti. Ecco quali:

  • Nella cupola della torre, che svetta al centro della facciata, si trova un carillon con ben 47 campane che risalgono al 1664. Di queste soltanto nove sono quelle del palazzo originale,  38 infatti sono state sostituite intorno alla meta del 1900. Proprio sulla torre si può notare che il portone d’ingresso è molto piccolo. Non si è tratta di un errore di progettazione! Lo scopo infatti è stato quello di evitare l’intrusione dei rivoltosi.
  • Il Palazzo Reale di Amsterdam non può essere visitato dai turisti quando la regina è al suo interno. In occasione dei ricevimenti della famiglia reale infatti all’ingresso del vecchio Municipio viene disteso un tappeto rosso, mentre sulla sommità del palazzo viene fatta sventolare una grande bandiera.
  • Il Koninkijk paleis è stato costruito su 14mila pali di legno e originariamente il suo colore era giallo. Soltanto con gli anni infatti la pietra arenaria (importata dalla Germania), con cui è stato costruito, ha assunto l’attuale tono grigio.

amsterdam cose da vedere

Leggi anche: Cosa vedere a Parigi in 3, 4, 5 giorni: itinerari consigliati per visitare la capitale francese

Palazzo Reale in Olanda: i consigli dei viaggiatori

Se sei alla ricerca di altri consigli sul Palazzo Reale di Amsterdam, Tripadvisor regala i suggerimenti giusti. I viaggiatori sono tutti concordi nel sottolineare che una visita all’ex Municipio su piazza Dam è d’obbligo. A rendere completa l’esperienza, quando si visita il monumento nazionale, è l’audioguida in italiano (compresa nel prezzo del biglietto) che consente di scoprire i segreti della famiglia reale olandese. Il Koninklijk paleis permette così di fare un viaggio nel passato e, una visita veloce, richiede circa mezz’ora.
Oltre alle recensioni riportate in basso, altri consigli dei viaggiatori possono essere consultati visionando la pagina dedicata di Tripadvisor.

visitare amsterdamcosa fare ad amsterdamcosa vedere amsterdamcosa vedere ad amsterdam

Leggi anche: Due giorni a Parigi: tutti gli itinerari consigliati per un weekend

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
© 2021 Cose di Viaggio è un sito Giddy Up Srl - P.IVA 14849541009
Close