Cosa vedere a Berlino in 2 giorni: itinerari brevi per visitare Berlino in un week end

Due giorni per visitare Berlino sono sicuramente pochi, ma a maggior ragione bisogna sfruttarli al meglio! Per una mini vacanza all’insegna della scoperta in tutta comodità, ecco una breve guida che vi porterà a scoprire tutte le principali cose da vedere a Berlino in meno di 48 ore.

Cosa vedere a Berlino in un fine settimana

L’evoluzione dei viaggi low cost ormai rende accessibili a tutti dei fine settimana nelle capitali europee, e sarebbe sciocco non approfittarne! Se avete monitorato per mesi i voli o se avete trovato l’occasione giusta al momento giusto, non lasciatevela scappare: visitare Berlino in un paio di giorni si può! Certo, non sarà la visita più approfondita che si possa auspicare, ma ciò non toglie che organizzando bene spostamenti e tempistiche sicuramente riuscirete a farvi un’idea della capitale tedesca. Vediamo insieme quali sono gli itinerari più gettonati e più completi per capire cosa vedere a Berlino in due giorni.

Berlino: cosa vedere assolutamente in poco tempo

Innanzitutto, bisogna capire quali sono i must irrinunciabili tra le cose da vedere a Berlino. Considerando che molto probabilmente (se non sicuramente) vi ritroverete a passare per Alexanderplatz durante i vostri vari spostamenti, una visita sarà se non d’obbligo, quantomeno ovvia. Inoltre, Alexanderplatz è senza ombra di dubbio il posto migliore in cui cercare un alloggio. Che sia un hotel o un appartamento da dividere tramite piattaforme come AirBnB poco importa: la stazione di Alexanderplatz è quella che può tornarvi più utile per vedere la maggior parte delle cose da non perdere a Berlino in un week end, ovvero:

berlino da visitare

Leggi anche: Duomo di Berlino o Berliner Dom: la chiesa più importante della capitale tedesca

Cosa fare a Berlino il primo giorno

Innanzitutto, tenete a mente che Berlino è divisa in tre zone: A, B e C. In base a queste zone potete acquistare i biglietti che vi danno libero accesso ai mezzi pubblici, denominati “Tageskarte“. Si acquistano nei rivenditori automatici interni agli aeroporti e partono da €8,80. Potete consultare le tariffe direttamente sul sito dei trasporti tedesco.
Se atterrate a Schönefeld, dovrete acquistare un biglietto per le zone ABC. Da Tegel, invece, è sufficiente per le zone AB. Oltre al Tageskarte, esistono poi diversi “pacchetti” più specifici che includono le principali cose da visitare a Berlino, che trovate in questa pagina del sito ufficiale dei trasporti di Berlino.
In ogni caso, una volta atterrati e sistemati, potete iniziare da Alexanderplatz. Da qui, potete proseguire sia con i mezzi pubblici che a piedi. Se optate per un giro a piedi e vi siete muniti di scarpe comodissime, potete seguire questo itinerario:

Con questo percorso in circa un’ora a piedi toccherete tutto ciò che, in linea d’aria, si trova tra Alexanderplatz e la Porta di Brandeburgo. Ovvero: la fontana del Dio Nettuno e il municipio rosso di Alexanderplatz, il Duomo di Berlino e il Castello di Berlino (entrambi situati sull’Isola dei Musei, in caso voleste visitare uno dei meravigliosi 5 musei). Dal ponte del Castello di Berlino inizia poi Unter den Linden, con le sue piazze ed edifici storici, che culmina con la Porta di Brandeburgo.
Da qui, potete proseguire in due direzioni:

  • continuando sulla destra rispetto alla Porta di Brandeburgo, in meno di 10 minuti a piedi arrivate al Reichstag. Attenzione: la visita al Reichstag, gratuita, va obbligatoriamente prenotata e vi consigliamo di farlo con largo anticipo;
  • a sinistra della Porta di Brandeburgo, invece, con 8 minuti a piedi arrivate al Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa.

Benché questo percorso sulla carta non duri più di un’ora, le attrazioni sono molteplici così come i posti in cui provare il cibo locale (uno dei migliori locali per colazione, pranzo e cena in questa zona sembra essere il CHIPPS), fermarsi a fare shopping o contemplare la vita berlinese. Per apprezzarlo al meglio, quindi, sarà a malapena sufficiente il tempo che passa da quando atterrate a quando, sfiniti, cercherete dove dormire!

berlino visitare

Leggi anche: Potsdamer Platz, la zona più moderna di Berlino da vedere

Berlino: cose da vedere il secondo giorno

Quando siete a Berlino, il modo migliore di iniziare la giornata è senza ombra di dubbio con la tipica colazione tedesca. Gli amanti dello stile continentale ameranno la combinazione tra pancakes salati, wurst, uova e toast a base di avocado e tutto quello che preferite. Anche i golosi di dolci non resteranno delusi: da provare almeno una volta a Berlino sono sicuramente lo strudel di mele (Apfelstrudel) e il dolce tipico, lo Pfannkuchen.
Dopo aver fatto colazione, potete visitare Berlino al meglio prima di ripartire verso casa.
Le opzioni che vi proponiamo sono tre:

  • restare nella zona centrale di Berlino (quartieri Friedrichstadt, Mitte e Kreuzberg) e vedere il Checkpoint Charlie, Potsdamer Platz e Topographie des Terrors, l’ex sede della Gestapo e delle SS, oggi museo sul periodo nazista.
  • spostarvi per visitare il Muro di Berlino e lo Zoo di Berlino.
  • fare un mix e visitare prima ciò che vi resta da vedere al centro per poi spostarvi verso il Muro o lo Zoo prima di dirigervi verso l’aeroporto.
da non perdere a berlino

Una delle principali cose da vedere a Berlino  è ovviamente il Muro di Berlino. I graffiti, vere e proprie opere d’arte che lo ricoprono, gli hanno valso il nome di East Side Gallery, la più grande galleria d’arte a cielo aperto. Per arrivare in metro vi occorrerà prendere la U-Bahn, linea U1 oppure U3, e scendere alla fermata Schlesisches Tor. Da qui, attraversate il ponte (Oberbaumbrücke) e svoltate a sinistra. In alternativa, anche la linea ferroviaria urbana (S-Bahn) passa nelle vicinanze con le linee S3, S5, S7 o S9. In quel caso, vi converrà scendere alla fermata Warschauer Straße e proseguire a piedi per 8 minuti.
Dal Muro potete arrivare allo Zoo di Berlino in mezz’ora di S-Bahn: dalla stazione di Warschauer Straße prendete la S3 fino a Berlin Zoologischer Garten. Entrambe le attrazioni, però, richiedono tempo e fatica per visitarle come si deve. Considerate che il Muro è lungo circa un chilometro, mentre per lo zoo sono necessarie sicuramente almeno un paio d’ore (minimo).

Leggi anche: Castello di Charlottenburg, il giardino e il quartiere più romantico di Berlino

Berlino: cosa visitare tramite tour organizzato

Per una mini vacanza a zero stress, potete sempre optare per dei tour organizzati che vi permettono di visitare la città senza pensieri. Esistono diverse piattaforme che offrono questo genere di servizio, come GetYourGuide o Musement. Altrimenti, lo stesso portale turistico ufficiale di Berlino propone diverse soluzioni. I tour più gettonati sono:

Per la vostra visita a Berlino non dimenticate poi la Berlin Welcome Card, la carta che non solo vi dà diritto a sconti e accessi gratuiti a tantissime attrazioni, ma anche al trasporto urbano gratuito. Per consultare tutte le opzioni di acquisto (dalle 48 ore ai 6 giorni) vi basta visitare il sito ufficiale.

cosa da vedere a berlino
Leggi anche: Museo Ebraico di Berlino, la rappresentazione del Vuoto e della storia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
© 2021 Cose di Viaggio è un sito Giddy Up Srl - P.IVA 14849541009
Close